DOPING: SU UN LIBRO SOSPETTI PER ARMSTRONG, ASSICURAZIONE NON PAGA:CONGELATI 5 MLN DI DOLLARI

DOPING: SU UN LIBRO SOSPETTI PER ARMSTRONG, ASSICURAZIONE NON PAGA:CONGELATI 5 MLN DI DOLLARI

DALLAS – Ancora guai in vista per Lance Armstrong: il quotidiano statunitense Dallas Morning News ha rivelato che il gigante delle assicurazioni statunitensi Sca Promotions ha congelato il premio assicurativo post Tour perchè vuole vedere chiaro nelle presunte accuse sull’uso di sostanze illegali legate al doping del texano, rivelate nel libro ‘L.A. Confidential: the secrets of Lance Armstrong’ pubblicato quest’anno. Si tratta di 5 milioni di dollari che Armstrong avrebbe dovuto ricevere dopo la vittoria del suo sesto Tour del France: il texano si era assicurato la vittoria in Francia nel 2001, pagando una polizza di 420 mila dollari. L’anno dopo aveva ricevuto 1.5 milioni di dollari, nel 2003 3 milioni di dollari. Lo scorso anno Armstrong ha regolarmente ricevuto un premio di 4.5 milioni di dollari.

Stavolta la Sca Promotions si è impuntata: ha regolarmente versato in una banca la cifra spettante ad Armstrong, spiegando che gli interessi che verranno maturati, circa 120 mila dollari l’anno, saranno devoluti alla federazione americana di ciclismo. Ma per ora non intende assolutamente saldare il premio. Per questo sono stati sguinzagliati una serie di investigatori in giro per Europa, per acquisire più carte possibili, specie quelle relative al processo Ferrari in discussione a Bologna in questi giorni.

L’avvocato Chris Copton, che guida i legali della Sca Promotions, in questi giorni è in Europa per coordinare le ricerche. La Sca è una multinazionale ultramiliardaria con interessi assicurativi in tutto lo sport americano, dal golf alla Nasca, dal basket alla copertura dei maggiori eventi sportivi del paese. A sua volta l’avvocato John Bandy da Dallas spiega che : “Abbiamo solo posto delle domande e stiamo aspettando le risposte”. Armstrong intanto ha denunciato in tribunale il comportamento della Sca chiedendo l’intervento di un giudice arbitrale.